Voluntary disclosure, sanato il gap del decreto di proroga

L’analisi tecnica normativa del DL 30.9.2015 n. 153, trasmessa dal Governo al Senato della Repubblica elimina ogni dubbio sul termine per l’invio della relazione di accompagnamento per i soggetti che aderiscono alla voluntary disclosure. Viene quindi confermato che potranno trasmettere la relazione di accompagnamento entro il 30.12.2015 anche coloro che hanno presentato la prima istanza di adesione alla procedura entro il 30.9.2015. Dunque, riassumendo, il DL 153/2015 consente a tutti i contribuenti:

  • di presentare la prima o unica istanza per la collaborazione volontaria entro il 30.11.2015;
  • e di integrarla e presentare la relazione di accompagnamento e la documentazione a corredo della stessa entro il 30.12.2015.

Del resto, la differenziazione per le situazioni ante e post 30 settembre 2015 avrebbe avuto profili di carattere discriminatorio nei confronti di coloro che hanno presentato la richiesta, o la richiesta ed i documenti, entro la data prevista dalla legge antecedentemente all’intervento regolatorio (30 settembre 2015), tanto più considerando che l’intervento regolatorio non comporta per i nuovi richiedenti alcuna penalizzazione.

Fonti:

  • Art. 2 DL 30.9.2015 n. 153 (G.U. 30.9.2015 n. 227)
  • Art. 5 quater DL 28.6.1990 n. 167 (G.U. 30.6.1990 n. 151)
  • Il Sole – 24 Ore del 30.10.2015, p. 51 – ”Dati entro il 30 dicembre per tutte le domande” – Piazza

Lascia un commento