Utilizzo di informazioni acquisite da Stati esteri – “Lista Falciani” – Idoneità probatoria (C.T. Prov. Milano 9.6.2015 n. 5031/16/15)

La Commissione Tributaria Provinciale di Milano con sentenza n. 5031/16/15 del 9.6.2015(presidente Natola, relatore Pilello), in coerenza con l’orientamento della Corte di Cassazione, ha stabilito che gli elementi derivanti dalla c.d. “Lista Falciani” sono utilizzabili. Tuttavia ha accolto il ricorso del contribuente sulla base della considerazione che il giudice tributario, una volta appurata l’utilizzabilità dell’informazione, deve comunque verificarne la reale portata probatoria: non hanno valore, pertanto, una serie di documenti in bianco, su carta non intestata di alcun istituto di credito, riportanti solo una serie di cifre (sembra che i suddetti elementi provenissero dal procedimento penale instaurato a carico del contribuente/imputato).

Fonti:

  • Cass. 28.4.2015 n. 8606
  • Il Sole – 24 Ore del 9.6.2015, p. 43 – ”Solo la lista Falciani non basta alla rettifica” – Bogetti – Rota

Lascia un commento