Scambio automatico di informazioni: Lussemburgo

Il 14 agosto 2015 è stato presentato al Parlamento lussemburghese il Progetto di Legge n. 6858 sull’implementazione dello scambio automatico d’informazioni finanziarie in materia fiscale. Il progetto prevede l’implementazione della Direttiva n. 2014/107/EU adottata dal Consiglio Europeo in data 9 dicembre 2014 che ha modificato la Direttiva 2011/16/EU sull’assistenza amministrativa tra i vari Stati dell’Unione Europea, estendendo in maniera significativa l’ambito dello scambio automatico d’informazioni in materia fiscale tra gli Stati Europei.

Se tale norma venisse approvata nella sua attuale formulazione, qualsiasi Istituto finanziario lussemburghese “qualificato” (così come definito dagli allegati I e II al progetto medesimo) sarà tenuto ad inviare alle Autorità fiscali lussemburghesi (Administration des Contributions Directes) le stesse informazioni già richieste ai fini della “FATCA”, ovvero: nome, indirizzo, luogo e data di nascita di ogni titolare di un conto bancario, il saldo o valore del conto, l’ammontare lordo degli interessi, dei dividendi, degli altri utili generati dalle attività finaziarie detenute nel conto ed i ricavi accreditati sul conto e derivanti dalla vendita o riscatto di beni.

In aggiunta, il citato progetto intende anche implementare il Multilateral Competent Authority Agreement (MCAA), firmato a Berlino dal Lussemburgo il 29 ottobre 2014 e che prevede lo scambio automatico d’informazioni sulla base dell’articolo 6 della Convenzione multilaterale sulla mutua assistenza amministrativa in materia fiscale e a promuovere lo scambio automatico d’informazioni in accordo al Common Reporting Standard (CRS) sviluppato dall’OECD.

Tenuto conto che la proposta di legge prevede che gli Istituti finanziari lussemburghesi “qualificati” trasmettano le informazioni richieste all’Amministrazione fiscale lussemburghese entro il 30 giugno dell’anno successivo a cui tali informazioni si riferiscono e che le varie Amministrazioni fiscali le scambino tra di loro entro il 30 settembre, il primo scambio d’informazioni relative all’anno 2016 avverrà entro il mese di settembre 2017.

E’ infine previsto che lo scambio automatico d’informazioni avverrà con tutti i Paesi Membri dell’Unione Europea (sulla base della Direttiva 201/107/EU) e con tutti gli altri Stati che hanno sottoscritto il MCAA e lo hanno già recepito nelle loro legislazioni nazionali.

Lascia un commento