Scambio automatico di informazioni fiscali – Common Reporting Standard OCSE (DM 29.1.2019)

Con il DM 29.1.2019 sono state ulteriormente estese le procedure di scambio automatico dei dati dei conti finanziari che avvengono secondo lo standard tecnico mondiale (Common Reporting Standard):
– “in entrata“, attraverso l’introduzione di due ulteriori territori (Macao e Vanuatu) dai quali l’Italia riceverà i dati relativi ai conti intrattenuti da residenti italiani presso intermediari finanziari locali;
– “in uscita“, per effetto dell’estensione, dall’1.4.2019, degli obblighi di comunicazione a carico degli intermediari italiani che gestiscono la previdenza complementare, limitatamente alle adesioni individuali.
Il nuovo decreto ha, conseguentemente, modificato gli allegati B e D del DM 28.12.2015, che detta le regole applicative dello scambio di dati.

Fonti e riferimenti:

  • DM Ministero dell’Economia e delle finanze 29.1.2019 (G.U. 6.2.2019 n. 31)
  • DM Ministero dell’Economia e delle finanze 28.12.2015 (G.U. 31.12.2015 n. 303)
  • Il Sole – 24 Ore del 12.2.2019, p. 22 – ”Scambi automatici più estesi La platea sale a 103 Paesi” – Galimberti – Vallefuoco   

Lascia un commento