Riciclaggio – Denaro contante in entrata ed uscita dalla UE – Provvedimenti approvati dal Parlamento UE

Il 12.9.2018, il Parlamento UE ha approvato:

  • una proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio sulla lotta al riciclaggio di denaro contante mediante il diritto penale;
  • una proposta di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo ai controlli sul denaro contante in entrata ed in uscita dalla UE.

Il primo provvedimento intende stabilire norme minime in ordine alla definizione dei reati di riciclaggio ed alle relative sanzioni, prevedendo, ad esempio, la pena minima di quattro anni di reclusione per chi commette reati in materia ed il divieto di occupare pubblici uffici o di beneficiare di finanziamenti pubblici in capo a chi sia stato condannato per essi.
Il secondo provvedimento, nell’abrogare il Regolamento 2005/1889/CE, puntualizza, tra l’altro, la nozione di denaro contante. Nel documento si indica che sono considerati tali anche:

  • le monete con un tenore in oro di almeno il 90%;
  • i lingotti sotto forma di barre, pepite o aggregati con un tenore in oro di almeno il 99,5%;
  • le carte prepagate specificamente indicate in allegato al provvedimento.

Le proposto attendono ora l’approvazione formale dei ministri UE.

 

Fonti e riferimenti:

  • D.lgs. 19.11.2008 n. 195 (G.U. 13.12.2008 n. 291)
  • art. 648 bis RD 19.10.1930 n. 1398 (S.O. n. G.U. 26.10.1930 n. 251)
  • art. 648 ter RD 19.10.1930 n. 1398 (S.O. n. G.U. 26.10.1930 n. 251)
  • art. 648 ter1 RD 19.10.1930 n. 1398 (S.O. n. G.U. 26.10.1930 n. 251)
  • Regolamento (CE) 26.10.2005 n. 1889
  • Scheda di Aggiornamento Eutekne n. 722.20 in Agg. 10/2017 – Meoli
  • Il Quotidiano del Commercialista del 13.9.2018 – ”Unione europea più severa su riciclaggio e controlli sul contante” – Redazione
  • Il Sole – 24 Ore del 13.9.2018, p. 25 – ”No ai finanziamenti pubblici con condanne di riciclaggio” – Parente

Lascia un commento