city continent country destination

Residenza fiscale delle persone fisiche – Legami familiari non formalizzati – Effetti

Nella valutazione della residenza fiscale delle persone fisiche occorre tenere conto, ai fini dell’individuazione del centro degli affari e degli interessi, dei legami personali duraturi, pur se non formalizzati in matrimonio.
Quindi, convivenze di fatto eterosessuali od omosessuali, se adeguatamente provate, possono radicare la presenza della persona in uno Stato piuttosto che in un altro, al pari dei legami “tipici” quali il matrimonio. Allo stesso modo, rilevano (in negativo) situazioni di separazioni di fatto a fronte di un matrimonio formalmente ancora in essere.
Mancano, tuttavia, sul punto orientamenti della prassi nazionale.

Fonti e riferimenti:

– art. 2 DPR 22.12.1986 n. 917

– art. 4 Convenzione OCSE contro le doppie imposizioni 21.11.2017

– Cass. 20.12.2018 n. 32992

– Cass. 7.11.2001 n. 13803

– Il Quotidiano del Commercialista del 4.8.2022 – ”Residenza fiscale con dubbi per convivenze e separazioni di fatto” – Odetto G.