Regime degli impatriati – Rientro in Italia a seguito di distacco all’estero – Condizioni (C.T. Prov. Milano 25.5.2022 n. 1479/11/22)

Stando alla prassi dell’Amministrazione finanziaria (Circolare 33/E del 28 dicembre 2020 e diverse Risposte ad interpello) l’accesso al regime degli impatriati. di cui all’art. 16 del D.lgs. 147/2015 incontra alcuni limiti nell’ipotesi di rientro a seguito di distacco estero.
L’Agenzia delle Entrate, in un primo momento (circ. n. 17/2017) ne aveva infatti escluso l’applicazione, mentre successivamente (ris. n. 76/2018) ha ritenuto il distacco compatibile con il beneficio a condizione che la posizione lavorativa assunta al rientro in Italia si ponga in sostanziale “discontinuità” con la precedente posizione rivestita prima del distacco.
La circ. n. 33/2020 ha specificato che la “discontinuità” dovrebbe avere natura “qualificata”, nel senso che presuppone, al rientro in Italia, l’instaurazione di un vero e proprio nuovo rapporto di lavoro, “con nuove ed autonome situazioni giuridiche cui segua un mutamento sostanziale dell’oggetto della prestazione e del titolo del rapporto”.
In tale contesto, la C.T. Prov. Milano 25.5.2022 n. 1479/11/22 ha accolto l’istanza di rimborso del contribuente ex distaccato all’estero, ritenendo “erronea” l’interpretazione fornita dalla circ. n. 33/2020 e valorizzando proprio il dato testuale dell’art. 16 del D.lgs. 147/2015 il quale non subordina il rientro alla stipula di un nuovo contratto di lavoro.

Del resto, è proprio lo stesso contratto di distacco, disciplinato dalla cosiddetta Legge Biagi, a prevedere l’accordo tra due società (la distaccante e la distaccataria) per “prestarsi” un lavoratore dotato di particolari requisiti, senza che vi sia soluzione di continuità del rapporto di lavoro che questi ha in essere con la società distaccante sia in uscita sia al rientro nella sua posizione originaria.

Fonti e riferimenti:

– art. 16 D.lgs. 14.9.2015 n. 147

– Il Quotidiano del Commercialista del 4.6.2022 – ”Regime degli impatriati post distacco anche senza un nuovo contratto” – Infranca G. – Semeraro P.