Rapporto 2021 sull’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

E’ stata pubblicata la quattordicesima edizione del Rapporto statistico sull’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili. Il Rapporto mostra un’inversione di tendenza nel tasso di crescita degli iscritti e, soprattutto, dei praticanti. Dopo il forte rallentamento degli ultimi anni, nel 2020 gli iscritti sono cresciuti a un tasso dello 0,4%. In particolare, gli Ordini del Nord fanno registrare in media una crescita dello 0,9% contro un incremento al Sud dello 0,1%, mentre il Centro cresce di uno 0,2%. Nell’ultimo anno i praticanti, dopo anni di decrescita, sono aumentati del 4,5%.   Il Rapporto fotografa anche i redditi: quello medio nel 2020 sale a 61.237 euro facendo registrare una crescita dello 0,5%. Il reddito mediano cresce del 2,3%, portandosi a 35.255 euro pari al 57,6% di quello medio. In linea con quanto accaduto nel 2019, il reddito medio cresce a Sud (+4,5%) mentre cala a Nord (-0,3%), così come il reddito mediano che cresce molto a Sud (+5,8%) mentre cala a Nord (-3,2%).   Nel corso del 2020, gli iscritti all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili sono aumentati di 523 unità pari ad una crescita percentuale dello 0,4% sul 2019, in ripresa rispetto agli ultimi anni. In tredici anni, gli iscritti all’Albo sono aumentati di 11.799 unità, +11% sul 2007. Nello stesso periodo, la popolazione italiana è aumentata dell’1,3%, mentre l’occupazione è aumentata dello 0,04% e le imprese attive sono diminuite dello 0,5%. Ciò ha determinato un calo significativo del rapporto tra la popolazione e gli iscritti, passato in undici anni da 555 a 497 e del rapporto tra le imprese attive e gli iscritti che nello stesso periodo è passato da 50 a 43
SCARICA IL DOCUMENTO