Pubblicazione delle bozze del modello di adesione della VD2

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono state pubblicate le bozze dell’istanza e delle istruzioni per l’adesione voluntary disclosure come prorogata dal DL 193/2016.

Nelle bozze è indicato che, in seguito al corretto versamento di quanto dovuto sulla base dei conteggi effettuati dal contribuente, a differenza di quanto avveniva nella prima versione della regolarizzazione, l’Agenzia delle Entrate comunicherà l’avvenuto perfezionamento della procedura a mezzo PEC all’indirizzo indicato nella sezione “Perfezionamento della procedura”. Inoltre, sul modello è stata prevista un’apposita casella da barrare qualora la collaborazione volontaria abbia ad oggetto contanti o valori al portatore: barrando tale casella il contribuente si assumerà la responsabilità di dichiarare che l’origine dei valori non deriva da reati diversi da quelli tributari.

Scopo della pubblicazione delle bozze è dare avvio ad una pubblica consultazione finalizzata a raccogliere i suggerimenti degli operatori, che potranno far pervenire i loro commenti alla casella di posta elettronica dc.acc.min@agenziaentrate.it. Successivamente, il modello definitivo sarà approvato con provvedimento dell’Agenzia delle Entrate: tale procedura dovrà comunque concludersi entro il prossimo 2.1.2017.

 

Fonti e riferimenti

  • art. 7 DL 22.10.2016 n. 193 (G.U. 24.10.2016 n. 249)
  • Il Quotidiano del Commercialista del 17.12.2016 – ”Pubblicata la bozza del modello per la voluntary disclosure-bis” – Sanna S.
  • Italia Oggi del 17.12.2016, p. 29 – ”Voluntary bis, calcoli fai-da-te” – Squeo

Lascia un commento