Progetto BEPS – Pubblicazione delle nuove linee guida OCSE sui prezzi di trasferimento

L’OCSE ha pubblicato la nuova versione delle linee guida in materia di transfer pricing, in recepimento delle modifiche apportate con il progetto Base erosion and profit shifting (c.d. BEPS). Il documento, nel capitolo 1, riporta i criteri riconosciuti a livello internazionale per l’applicazione del principio di libera concorrenza (arm’s length principle), adottato, anche dall’Italia in virtù del nuovo art. 110 co. 7 del TUIR, per determinare il valore fiscale delle transazioni infragruppo. In linea con l’approccio sostanzialistico promosso dal BEPS, si prevede che l’inquadramento delle transazioni infragruppo rifletta il contributo delle parti alla creazione di valore oltre che le effettive funzioni e rischi. Le azioni 8-10 (Aligning transfer pricing outcomes with value creation), nonché 13 (Transfer pricing documentation and country by country reporting) del BEPS hanno poi determinato una rivisitazione dei capitoli 5 (documentazione), 6 (beni immateriali), 7 (servizi intra-gruppo) e 8 (accordi di ripartizione di costi). Le nuove linee guida contengono inoltre indicazioni sui safe-harbours, ovvero regole semplificate di gestione dei prezzi di trasferimento, volte a garantire maggiore certezza e a ridurre gli oneri amministrativi di transfer pricing, per i contribuenti di minori dimensioni e per le transazioni meno complesse.

Fonti e riferimenti:

  • art. 110 DPR 22.12.1986 n. 917 (S.O. n. 1 G.U. 31.12.1986 n. 302)
  • Il Sole – 24 Ore del 11.7.2017, p. 35 – ”Il transfer pricing punta sulla sostanza economica” – Bellini

Lascia un commento