Polizze unit linked – Natura di polizza finanziaria o previdenziale – Rischio demografico (Cass. 5.3.2019 n. 6319)

La Corte di Cassazione, con la sentenza 5.3.2019 n. 6319, ha affermato che le polizze unit linked possono avere causa “mista” (sia finanziaria che assicurativa), ma è necessario, perché possano qualificarsi come strumenti assicurativi, che:
sussista l’elemento del rischio demografico;
il rischio sia trasferito dall’assicurato all’assicuratore.
Nelle polizze caso-morte, il rischio demografico consiste nel rischio di morte del contraente e va valutato tenendo conto dell’ammontare del premio versato dal contraente, dell’orizzonte temporale e della tipologia dell’investimento.

Fonti e riferimenti

  • art. 2 D.lgs. 7.9.2005 n. 209 (S.O. n. 163 G.U. 13.10.2005 n. 239)
  • art. 1882 Codice Civile 16.3.1942 n. 262 (G.U. 4.4.1942 n. 79)
  • Il Sole – 24 Ore del 6.3.2019, p. 22 – ”Il rischio demografico qualifica la unit linked come polizza” – Busani
  • Il Quotidiano del Commercialista del 11.5.2018 – ”Non è in discussione la natura assicurativa delle polizze vita” – Bono M. – Mauro A.
  • Il Quotidiano del Commercialista del 6.8.2018 – ”Le assicurazioni unit linked sono funzionali alla ricerca di rendimenti” – Pasquale C.

Lascia un commento