Polizza assicurativa – Prodotti finanziari – Differenze – Riqualificabilità – Effetti fiscali (Cass. 30.4.2018 n. 10333)

Con un comunicato emesso il 7.5.2018, ANIA ha cercato di ridimensionare la portata dell’ordinanza n. 10333 del 30.4.2018 della Corte di Cassazione.
La pronuncia, infatti, ha affermato l’inadempimento degli obblighi di informazione e comunicazione previsti da TUF e dal Regolamento CONSOB nei confronti delle persone fisiche, per una assicurazione sulla vita avente contenuto finanziario stipulata nel 2006, prima dell’assimilazione normativa di tali polizze ai prodotti finanziari.
Dal punto di vista fiscale, inoltre, a seguito della riqualificazione della polizza in prodotto finanziario, potrebbe escludersi l’applicazione dell’imposta sulle successioni ove venisse conservata la struttura “a favore di terzo” del contratto.
Si potrebbe ipotizzare, infine, l’applicazione dell’imposta di donazione sulle liberalità indirette, ma secondo la Corte di Cassazione lo spirito di liberalità per le polizze può esser presunto solo se beneficiario è un soggetto diverso da coloro che vivono del sostentamento dello stipulante.

Fonti e riferimenti

  • art. 12 DLgs. 31.10.1990 n. 346 (S.O. n. 75 G.U. 27.11.1990 n. 277)
  • Cass. 30.4.2018 n. 10333
  • Cass. 18.4.2012 n. 6061
  • Il Quotidiano del Commercialista del 11.5.2018 – ”Non è in discussione la natura assicurativa delle polizze vita” – Bono M. – Mauro A.

Lascia un commento