Patent Box: Circolare 11/E, determinazione contributo economico

Con la Circolare n. 11 del 7.4.2016, l’Agenzia delle Entrate ha fornito indicazioni sulle modalità di determinazione del reddito agevolabile derivante dall’utilizzo diretto dei beni immateriali.

Questi i chiarimenti principali:

  •  il reddito figurativo è il risultato del conto economico virtuale riferibile al bene immateriale, che tiene conto, per la parte delle componenti positive, della “royalty implicita” sul bene intangibile incorporata nel prezzo di vendita del bene materiale ceduto o del servizio prestato e, per la parte delle componenti negative, della sommatoria di tutti i costi, diretti e indiretti, relativi alle attività connesse alla creazione, allo sviluppo, al mantenimento e/o al miglioramento del bene immateriale;
  • i costi rilevanti ai fini della determinazione del reddito agevolabile di un determinato periodo d’imposta sono pari a quelli fiscalmente deducibili nel medesimo periodo d’imposta in base alle disposizioni del TUIR. Pertanto, nella determinazione del reddito figurativo occorre partire dai dati di Conto economico e conseguentemente applicare le disposizioni fiscali rilevanti;
  • per la determinazione del reddito agevolabile, sono preferibili il metodo del confronto del prezzo (CUP) e del Residual Profit Split.

Fonti e riferimenti:

  • art. 1 L. 23.12.2014 n. 190 (S.O. n. 99 G.U. 29.12.2014 n. 300)
  • art. 7 DM Ministero dello Sviluppo economico 30.7.2015
  • art. 9 DM Ministero dello Sviluppo economico 30.7.2015
  • Circolare AE 11/E del 07-04-2016
  • Scheda di Aggiornamento Eutekne n. 1147.01 in Agg. 12/2015 – Alberti – Cotto
  • Il Quotidiano del Commercialista del 12.4.2016 – ”Patent box, rilevanza fiscale dei valori per il reddito figurativo se c’è utilizzo diretto” – Alberti P.
  • Il Sole – 24 Ore del 12.4.2016, p. 40 – ”Patent box, «qualificato» anche il costo infragruppo” – Miele
  • Il Sole – 24 Ore del 12.4.2016, p. 40 – ”Spese R&S con effetti differenziati” – Committeri
  • Il Quotidiano del Commercialista del 8.4.2016 – ”Opzione “tardiva” per il Patent box 2015 entro il 30 settembre” – Alberti P.

Lascia un commento