Obbligo di comunicazione degli schemi fiscali “a rischio” da parte degli intermediari

Sul sito web del Ministero dell’Economia e delle Finanze è stato pubblicato lo schema di D.lgs. di attuazione della Direttiva 2018/822/UE.

Il D.lgs. ha ad oggetto le modalità e i termini per la comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati delle operazioni internazionali che presentano rischi di erosione della base imponibile; tali dai saranno poi messi a disposizione delle Amministrazioni degli altri Stati coinvolti dalle operazioni stesse.
Le segnalazioni sono a carico degli intermediari che intervengono nell’operazione, anche prestando attività di consulenza; tra gli intermediari interessati figurano anche i dottori commercialisti.
Le segnalazioni devono essere effettuate:

  • entro 30 giorni dal primo atto di implementazione dell’operazione (o, se anteriore, dal giorno successivo a quello in cui l’operazione è stata predisposta per l’implementazione);
  • per i soggetti che prestano consulenza o assistenza, entro i 30 giorni successivi a quello in cui la consulenza o assistenza è stata prestata.

È previsto un regime transitorio per cui, per tutte le operazioni “sensibili” effettuate tra il 25.6.2018 e l’1.7.2020, la comunicazione all’Agenzia delle Entrate deve avvenire una tantum entro il 31.12.2020.
Lo schema di D.lgs. è sottoposto ad una fase di consultazione che avrà termine il 28.9.2018.

Riferimenti:

  • Direttiva (UE) 25.5.2018 n. 822
  • Il Quotidiano del Commercialista del 31.7.2018 – ”In consultazione le regole per la disclosure di operazioni pericolose” – Odetto G.
  • Il Quotidiano del Commercialista del 19.3.2018 – ”Professionisti chiamati alla disclosure preventiva delle operazioni pericolose” – Odetto G.

Lascia un commento