Modulo RW – Omessa compilazione – Termini di accertamento (C.T. Reg.Milano 15.5.2018 n. 2165/18)

In una recente pronuncia della C.T. Reg. di Milano è stato stabilito che, a seguito degli ultimi orientamenti della Cassazione, è possibile sostenere che le sanzioni da RW abbiano titolo autonomo rispetto all’evasione (Cass. 2.2.2018 n. 2662).
Ciò ha riflesso sul termine di decadenza entro cui le medesime devono essere notificate al contribuente, che coincide con il 31.12 del quinto anno successivo a quello di commissione della violazione (art. 20 del D.lgs. 472/97).
A parere del collegio giudicante, non è quindi possibile sostenere l’applicabilità del termine ex art. 43 del DPR 600/73 vigente ratione temporis, del 31.12 del quarto anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione (C.T. Reg. Milano 15.5.2018 n. 2165/18).

Fonti e riferimenti

  • art. 20 D.lgs. 18.12.1997 n. 472 (S.O. n. 4 G.U. 8.1.1998 n. 5)
  • art. 5 DL 28.6.1990 n. 167 (G.U. 30.6.1990 n. 151)
  • art. 43 DPR 29.9.1973 n. 600 (S.O. n. 1 G.U. 16.10.1973 n. 268)
  • Cass. 2.2.2018 n. 2662
  • Il Sole – 24 Ore del 31.5.2018, p. 23 – ”Omissione del quadro RW sempre contestabile” – Romeo   

Lascia un commento