Individuazione dei paradisi fiscali – Novità della legge di stabilità 2016

In un articolo contenuto nel “Quotidiano del Commercialista” di oggi, 09-02-2016, Emanuele Lo Presti Ventura evidenzia i numerosi dubbi che il susseguirsi di norme, talvolta nemmeno entrate in vigore, hanno portato alla tematica dei Paesi White List / Black List.

In effetti, la Legge 208/2015 (“legge di stabilità 2016”) ha implicitamente abrogato la lista di Stati o territori a fiscalità privilegiata di cui al DM 21.11.2001, dispensando, sottolinea l’Autore, l’Agenzia delle Entrate dall’emanazione del provvedimento, previsto dalla legge di stabilità 2015, avente ad oggetto i regimi “speciali”.

In particolare, a partire dal 2016 “solare”, si considerano privilegiati i regimi fiscali, anche “speciali”, di Stati o territori:

  • diversi da quelli appartenenti all’UE ovvero da quelli aderenti allo SEE con i quali l’Italia abbia stipulato un accordo che assicuri un effettivo scambio di informazioni (art. 167 co. 1 del TUIR);
  • che abbiano altresì un livello nominale di tassazione inferiore al 50% di quello applicabile in Italia (art. 167 co. 4 del TUIR).

Alla luce di tale previsione occorre indagare quale sia il livello di tassazione italiana al quale fare riferimento per giudicare il sistema impositivo estero, ed in particolare se il carico italiano includa o meno l’aliquota ordinaria IRAP. Ad avviso dell’Autore, al riguardo, occorre assumere un livello di tassazione domestico frutto della sommatoria di IRES ed IRAP; ciò anche sulla base della relazione illustrativa al DM 30.3.2015.

Inoltre, le disposizioni in materia di dividendi e di plusvalenze su partecipazioni richiamano i soli criteri di cui all’art. 167 co. 4 del TUIR, creando una differenza tra tale ambito e quello operante ai fini CFC. Tale impostazione, basata sul solo dato letterale, ad avviso dell’Autore, andrebbe respinta.

Fonti:

  • DM Ministero dell’Economia e delle Finanze 21.11.2001 (S.O. n. G.U. 23.11.2001 n. 273)
  • art. 167 DPR 22.12.1986 n. 917 (S.O. n. 1 G.U. 31.12.1986 n. 302)
  • art. 167 DPR 22.12.1986 n. 917 (S.O. n. 1 G.U. 31.12.1986 n. 302)
  • Il Quotidiano del Commercialista del 9.2.2016 – ”Troppi dubbi nell’individuazione dei “nuovi” paradisi fiscali” – Lo Presti Ventura

Lascia un commento