Incentivi per il trasferimento di docenti e ricercatori – Proroga – Modalità (provv. Agenzia delle Entrate 31.3.2022 n. 102028)

Il provvedimento Agenzia delle Entrate 31.3.2022 n. 102028 ha definito le modalità di esercizio della facoltà, per i docenti e ricercatori trasferitisi in Italia prima del 2020, di prolungare la durata del regime agevolativo previsto dall’art. 44 del DL 78/2010, in presenza di specifiche condizioni, legate al numero di figli minorenni o all’acquisto dell’unità immobiliare di tipo residenziale in Italia (art. 5 co. 5-ter e 5-quater del DL 34/2019).
Il provvedimento subordina l’accesso al beneficio, da parte dei lavoratori dipendenti, alla presentazione di un’apposita richiesta scritta al datore di lavoro, entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello di conclusione del primo periodo di fruizione dell’agevolazione; per i lavoratori per cui tale periodo si è concluso il 31.12.2021, la presentazione deve essere effettuata entro il 27.9.2022. Entro gli stessi termini va effettuato il versamento, mediante F24, dell’onere di ingresso.
Diversamente, i soggetti che esercitano un’attività di lavoro autonomo comunicano l’opzione in esame nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta nel quale hanno effettuato il versamento del suddetto onere.

Fonti e riferimenti:

– art. 5 DL 30.4.2019 n. 34

– art. 44 DL 31.5.2010 n. 78

– Provvedimento Agenzia delle Entrate 31.3.2022 n. 102028

– Il Quotidiano del Commercialista del 1.4.2022 – ‘Richiesta scritta per prolungare lo sconto del 90% per docenti e ricercatori” – Corso L.

– Il Sole – 24 Ore del 1.4.2022, p. 33 – ”Bonus ricercatori, proroga con prima scadenza entro il 27 settembre” – Orlando