Imposta sostitutiva per i titolari di pensione estera che si trasferiscono al Sud d’Italia (art. 24-ter TUIR) – Risposta ad interpello Agenzia Entrate 9-11-2021 n. 766 – Chiarimenti

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello n. 766/2021 del 9-11-2021, ha chiarito che rientrano nell’ambito di applicazione del regime di imposizione sostitutiva del 7%, previsto dall’art. 24-ter del TUIR per i titolari di pensione estera che trasferiscono la residenza nel Sud d’Italia (o nei Comuni colpiti da eventi sismici):

  • gli interessi derivanti da conti correnti e da depositi bancari detenuti presso banche estere, nonché le eventuali plusvalenze che dovessero emergere a seguito della cessione di lingotti d’oro detenuti nelle cassette di sicurezza conservate presso banche estere;
  • i dividendi percepiti in relazione a partecipazioni possedute in società estere.

Il documento di prassi è interessante perché, più in generale:

  • riassume i tratti essenziali generali del regime di cui all’articolo 24-ter del TUIR;
  • fa qualche considerazione sulla residenza delle persone fisiche e sul luogo di produzione di alcune tipologie di redditi.

Fonti e riferimenti:

  • art. 24 ter DPR 22.12.1986 n. 917
  • Risposta interpello Agenzia Entrate 9.11.2021 n. 766    
  • Il Quotidiano del Commercialista del 10.11.2021 – ”Sostitutiva del 7% anche per gli interessi sui conti correnti esteri dei pensionati” – Redazione