Impatriati: vantaggi retention estesi a chi è rientrato prima del 2019

Con un emendamento alla Legge di Bilancio 2021, approvato in Commissione bilancio alla Camera (qui il testo integrale), l’articolo 16 del D.lgs. 147/2015 sarà modificato per consentire anche a chi è rientrato in Italia prima del 2019 di prolungare l’arco temporale di fruizione dell’agevolazione prevista per i cosiddetti lavoratori “impatriati”. L’estensione sarà opzionale e a pagamento.

Il DL 34/2019 (cosiddetto Decreto Crescita), volendo incentivare la permanenza successiva al trasferimento nel nostro Paese, aveva previsto che, nel caso di lavoratori giunti a partire dal periodo di imposta 2020, il regime degli “impatriati” fosse esteso per ulteriori cinque anni, oltre ai cinque iniziali, a condizione di avere almeno un figlio minorenne o a carico o di divenire proprietari di immobili residenziali in Italia dopo il trasferimento o di esserlo divenuti nei dodici mesi precedenti allo stesso.

Il Dl 124/2019 aveva poi esteso tale prolungamento anche a coloro che avessero già trasferito la propria residenza nel periodo di imposta 2019.

La modifica, nella formulazione attualmente introdotta dall’emendamento, riguarda solo i lavoratori «iscritti all’Aire o cittadini Ue» che, alla data del 31 dicembre 2019, fossero già beneficiari dell’agevolazione fiscale. A tali soggetti è data possibilità di optare per il prolungamento del beneficio fiscale, previo pagamento di un importo pari al 10% dei redditi di lavoro dipendente/autonomo agevolati prodotti in Italia, relativi al periodo d’imposta precedente a quello dell’opzione. L’opzione potrà essere esercitata solo a condizione:

  • di avere almeno un figlio minorenne o
  • di diventare proprietari di un’unità residenziale in Italia successivamente al trasferimento originario o nei 12 mesi precedenti, ovvero di divenirlo entro 18 mesi dall’opzione.

L’importo da versare è ridotto al 5% se, al momento dell’opzione, il lavoratore abbia almeno tre figli minorenni e congiuntamente diventi o sia diventato proprietario di un immobile residenziale entro i medesimi termini indicati dalla nuova norma.

Lascia un commento