Dirigenti nominati senza concorso

C.T. Reg. Milano 19.5.2015 n. 2184/13/15

La Commissione Tributaria Regionale di Milano con la sentenza del 19.5.2015 n. 2184/13/15 ha sancito che la nullità del ruolo in quanto sottoscritto dal c.d. “dirigente decaduto” può essere eccepita in qualsiasi stato e grado del processo, anche se il contribuente non ha sollevato il vizio in primo grado.

Inoltre, i giudici affermano espressamente che il principio enunciato dalla Corte Costituzionale con la sentenza 17.3.2015 n. 37 comporta, senza dubbio, la nullità dei provvedimenti impositivi sottoscritti dai soggetti nominati senza concorso. Riguardo alla validità degli atti firmati dal c.d. “funzionario di fatto”, viene statuito che questi possono essere censurati dai terzi che ne sono stati lesi, perciò dal contribuente.

qui il testo integrale della pronuncia

Lascia un commento