Convenzioni internazionali: accordi Panama e Liechtenstein

Sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale le Leggi di ratifica delle Convenzioni con Panama e Liechtenstein. Si aggiungono pertanto due ulteriori tessere al mosaico dello scambio automatico di informazioni che a breve vedrà il suo completamento.

Panama

Sulla G.U. 21.11.2016 n. 118 è stata pubblicata la Legge 3.11.2016 n. 208 di ratifica della convenzione contro le doppie imposizioni internazionali stipulata tra Italia e Panama (firmata il 30.12.2010). L’art. 25 di tale Convenzione recepisce il § 5 dell’art. 26 del modello OCSE: quindi, sarà ora possibile l’accesso alle informazioni detenute da banche e società fiduciarie, comprese quelle che si riferiscono ad interessi proprietari di altro soggetto economico. Inoltre, pur rimanendo non utilizzabili tecniche di “fishing expedition” (non è consentito effettuare richieste di informazioni generalizzate), possono essere richieste e scambiate informazioni riferite anche a gruppi di contribuenti purché determinati. La Convenzione entra in vigore il giorno della sua pubblicazione in G.U., sebbene l’accordo sarà pienamente efficace il primo giorno del quarto mese successivo alla data in cui si sarà perfezionata la reciproca notificazione degli strumenti di ratifica. Si segnala, infine, che l’art. 27 della Convenzione consente lo scambio di informazioni con retroattività triennale.

Liechtenstein

Sulla Gazzetta Ufficiale del 22.11.2016 è stata pubblicata la Legge 3.11.2016 n. 210 che autorizza la ratifica dell’Accordo tra il Governo italiano e quello del Liechtenstein sullo scambio di informazioni in materia fiscale e dei relativi Protocollo e Protocollo aggiuntivo, firmati il 26.2.2015. In particolare, il Protocollo aggiuntivo dispone espressamente la liceità delle richieste di gruppo relative ai conti detenuti in Liechtenstein per il periodo intercorrente tra la data di sottoscrizione dell’accordo e la data di adozione dello scambio automatico. In merito alla decorrenza, la Legge 210/2016 richiama l’art. 12 dell’Accordo, in base al quale:

  • l’accordo decorre il giorno successivo alla data in cui le Parti si siano notificate il completamento delle rispettive procedure necessarie all’entrata in vigore del medesimo;
  • la data rilevante sarà il giorno in cui è ricevuta l’ultima notifica.

 

Fonti e riferimenti:

  • 3.11.2016 n. 208 (G.U. 21.11.2016 n. 272)
  • Il Sole – 24 Ore del 23.11.2016, p. 43 – ”Tra Italia e Panama «rogatorie» retroattive” – Vallefuoco
  • 3.11.2016 n. 210 (G.U. 22.11.2016 n. 273)
  • Accordo Italia – Liechtenstein per lo scambio di informazioni ai fini fiscali 26.2.2015
  • Protocollo Italia – Liechtenstein per lo scambio di informazioni ai fini fiscali 26.2.2015
  • Scheda n. 1114.01 in Agg. 3/2015 – Odetto
  • Il Quotidiano del Commercialista del 23.11.2016 – ”In G.U. la legge di ratifica dell’Accordo Italia-Liechtenstein sullo scambio di informazioni fiscali” – Redazione

Lascia un commento