Convenzione multilaterale BEPS – Entrata in vigore ed effetti per gli Stati firmatari

Nel periodo tra i mesi di giugno e settembre 2018 altri 10 Stati hanno depositato gli strumenti di ratifica della Convenzione Multilaterale consentendone l’entrata in vigore.

In dettaglio:

  • Il giorno 1-10-2018 è entrata in vigore la Convenzione Multilaterale per Nuova Zelanda, Serbia, Svezia e Regno Unito, che hanno depositato i relativi strumenti di ratifica, accettazione o approvazione nel giugno 2018;
  • Il giorno 1-1-2019 entrerà in vigore quella per Australia, Francia, Israele, Giappone, Lituania e Repubblica Slovacca, che, invece, hanno depositato gli strumenti di ratifica, accettazione o approvazione nel settembre 2018.

Si ricorda che, dal momento di entrata in vigore della Convenzione Multilaterale, in conformità alle regole generali previste nel documento stesso, occorre distinguere il momento in cui la stessa esplica concretamente l’effetto “sostitutivo” dei Trattati esistenti.
In particolare, le disposizioni della Convenzione Multilaterale hanno concreta efficacia in funzione del verificarsi delle seguenti circostanze:

  • nel caso di imposte il cui prelievo è stato effettuato con ritenute alla fonte, la sostituzione si verifica a decorrere dal primo giorno dell’anno solare successivo che inizia a decorrere dall’ultima delle date in cui la Convenzione entra in vigore per ciascuno dei due Stati;
  • nel caso di imposte prelevate con riferimento ai periodi d’imposta che iniziano alla, o successivamente alla, conclusione di un periodo di sei mesi di calendario (o, dietro volontà delle parti da notificare all’OCSE, di un periodo più breve) che decorre dall’ultima delle date in cui la Convenzione entra in vigore per ciascuno dei due Stati.

Ciò significa che, ad esempio, nei rapporti tra Regno Unito e Francia, per quanto riguarda le ritenute, la Convenzione avrà efficacia per i pagamenti avvenuti dall’1.1.2020; per ciò che riguarda, invece, le imposte assolte in dichiarazione, posto che l’ultima delle date in cui la Convenzione entra in vigore per ciascuno dei due Stati è l’1.1.2019, le disposizioni della Convenzione avranno efficacia, nel Regno Unito, per i periodi d’imposta che iniziano a decorrere dall’1.4.2020 (spirato il termine di sei mesi).

Per quanto riguarda l’Italia, non essendo stata operata alcuna ratifica entro la data del 30 settembre 2018, nessuna concreta efficacia della Convenzione risulta possibile a partire dal 2019: peraltro, perché almeno possa esplicarsi qualche effetto operativo a partire dal 2020, è necessario che il nostro Paese depositi gli strumenti di ratifica entro la metà del 2019.

Sempre che l’abolizione dell’attuale ordine dei giornalisti (…) e la verifica a “370 gradi” delle notizie scientifiche (…) lo consentano.

 

Fonti e riferimenti:

  • Il Quotidiano del Commercialista del 10.11.2018 – ”Dal 2019 Convenzione Multilaterale in vigore per 15 Stati firmatari” – Corso L. – Odetto G.

Lascia un commento