Assetti organizzativi adeguati – Novità del D.lgs. 14/2019

L’art. 375 del D.lgs. 14/2019 ha modificato l’art. 2086 c.c., introducendo, per l’imprenditore che operi in forma societaria o collettiva, «il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa, anche in funzione della rilevazione tempestiva della crisi dell’impresa e della perdita della continuità aziendale, nonché di attivarsi senza indugio per l’adozione e l’attuazione di uno degli strumenti previsti dall’ordinamento per il superamento della crisi e il recupero della continuità aziendale».
L’importanza degli assetti organizzativi nella prevenzione e gestione della crisi è rimarcata dall’art. 12 del D.lgs. 14/2019, che annovera espressamente tra gli strumenti di allerta gli “obblighi organizzativi posti a carico dell’imprenditore dal codice civile“.
Tali misure organizzative devono consentire di:
– individuare, misurare e monitorare, in chiave consuntiva e predittiva, eventuali fattori di allerta della crisi e di perdita della continuità aziendale;
– approntare in modo rapido ed efficace misure volte al superamento della crisi.
Gli obiettivi indicati possono essere perseguiti esclusivamente adottando strumenti di valutazione prospettica (business plan, piani dei cash-flow, analisi per indici, gestione della cassa, confronti con comparables, etc.) indispensabili non solo per agire in modo tempestivo e consapevole anche a fronte di segnali di crisi ma anche per gestire l’azienda in maniera efficace ed efficiente.

Fonti e riferimenti:

  • art. 12 D.lgs. 12.1.2019 n. 14
  • art. 375 D.lgs. 12.1.2019 n. 14
  • art. 2086 Codice Civile 16.3.1942 n. 262
  • Scheda n. 1208.04 in Agg. 3/2019 – Nicotra
  • Italia Oggi del 23.4.2019, p. 13 – ”Misure organizzative subito” – Bozza
  • Il Quotidiano del Commercialista del 6.4.2019 – ”Indici di allerta della crisi oggettivi e precisi per evitare falsi positivi e negativi” – Nicotra A.
  • Il Quotidiano del Commercialista del 27.3.2019 – ”Indici di allerta della crisi differenziati in base alle dimensioni aziendali” – Bava F. – Devalle A.

Lascia un commento