Agrochimica mondiale – grandi manovre –

La ChemChina ha piazzato un altro colpo sul mercato mondiale. Dopo aver ottenuto i vari via libera europei, cinesi e statunitensi ha definito l’acquisizione di Syngenta, società svizzera laeder nel settore agrochimico. Il deal si attesta intorno ai 43 miliardi di dollari; Syngenta nel 2016 ha fatturato 12,79 miliardi di dollari. Nello stesso tempo è prevista per fine 2017 la fusione di ChemChina con la statale Sinochem; ne dovrebbe uscire un mostro di 120 miliardi di fatturato, paragonabile alla BASF tedesca. Nel settore altri due accordi sono in corso di definizione: la fusione tra Dow Chemical e Dupont (valore 120 miliardi di euro) e l’acquisto della statunitense Monsanto da parte di Bayer (66 miliardi previsti).

Fonte:

AGgazette n. 220-2017

Lascia un commento