Schema D.lgs. sulle crisi di impresa – Novità per le S.r.l.

Lo schema di decreto legislativo sulle crisi di impresa contiene all’art. 378 importanti novità inerenti la disciplina delle S.r.l.

Tra questi si segnala la sostituzione del comma 3 dell’art. 2477 c.c., che andrebbe ad estendere i casi di nomina obbligatoria dell’organo di controllo (sindaco unico o collegio sindacale) o del revisore a quello della società a responsabilità limitata che abbia superato, per due esercizi consecutivi, almeno una delle seguenti soglie:

  • 2 milioni di euro di totale dell’attivo patrimoniale;
  • 2 milioni di euro di ricavi delle vendite e delle prestazioni;
  • 10 dipendenti occupati in media durante l’esercizio.

Lo schema di decreto prevede inoltre:

  • l’integrazione del comma 6 dell’art. 2477 c.c., per effetto del quale – se l’assemblea dei soci, che approva il bilancio in cui è superato almeno uno dei suddetti limiti, non provvede entro 30 giorni – la nomina è effettuata dal Tribunale su richiesta di qualsiasi soggetto interessato oppure, ed è questa la novità, su segnalazione del conservatore del Registro delle imprese;
  • l’introduzione del comma 7, che stabilisce l’applicabilità dell’art. 2409 c.c. – avente ad oggetto la denunzia al Tribunale di gravi irregolarità nella gestione commesse dagli amministratori – anche se la srl è priva dell’organo di controllo.

Fonti e riferimenti:

  • Schema di D.lgs. recante codice della crisi di impresa e dell’insolvenza in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n. 155;
  • Relazione illustrativa allo Schema di D.lgs. recante codice della crisi di impresa e dell’insolvenza in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n. 155;
  • Eutekne.info, “Obbligo di nomina dell’organo di controllo o del revisore per più srl“, Michele Bana, 19 ottobre 2018;

Lascia un commento